Lifestyle

Giardini all’italiana: la storia e le caratteristiche

Giardini all’italiana: la storia e le caratteristiche

Ogni giardino è una forma d’arte e anche il mantenerlo non è affatto un lavoro semplice. Lo stile peculiare italiano è un perfetto connubio tra estetismo e l’essenzialità delle forme geometriche.

Il classico giardino all’italiana, noto anche come “giardino rinascimentale”, era un nuovo stile di giardino che è emerso alla fine del XV secolo nelle ville più ricche a Roma e Firenze. Prima di questo, i giardini medievali italiani erano stati rivolti verso l’interno, chiusi da mura e dedicati alla coltivazione di ortaggi, frutta ed erbe medicinali (o per la meditazione silenziosa e la preghiera, per quanto riguarda i giardini del monastero).

Il giardino rinascimentale italiano ha abbattuto il muro tra il giardino, la casa e il paesaggio esterno per guardare verso l’oltre i cancelli che chiudevano i confini di una proprietà, sia fisicamente che intellettualmente, ed è stato coltivato principalmente allo scopo di produrre piacere, anche se vi erano ancora incluse le coltivazioni di piante e vegetali commestibili.

Origine

Dalle scoperte fatte dagli studiosi del Rinascimento emerge che questo giardino riprende i modelli dei romani classici, ispirati agli ideali classici di ordine e bellezza, ed era destinato al piacere della vista, alla contemplazione e al godimento dei luoghi, dei suoni e degli odori all’interno dello stesso giardino. Sono presenti molti tunnel, passaggi nascosti dalla vegetazione, alberi che creano zone d’ombra e persino dei piccoli giardini segreti nascosti dentro al giardino.

A metà del XVI secolo, la magnificenza divenne percepita come una virtù e i giardini divennero più grandi e più simmetrici, pieni di fontane, statue, grotte, piscine e altre caratteristiche che famiglie illustri come quella de’ Medici volevano far aggiungere dagli architetti come simbolo della loro grande ricchezza: il giardino era una forma di teatro politico, che presentava il potere, la saggezza, l’ordine, la bellezza e la gloria che le più potenti famiglie di Roma e Firenze potevano esibire.

Caratteristiche principali

I giardini all’italiana devono avere delle caratteristiche ben specifiche e tutte importanti. Iniziamo citando quelli che vengono definiti specchi di acqua. Quest’ultimo è un elemento importante perché va ad accentuare e ad amplificare moltissimo la percezione visiva del verde e dona colore e suggestione all’aspetto estetico del giardino.

Nelle versioni attuali l’atmosfera notturna viene resa più originale e magica grazie all’uso di luci molto particolari. Altro aspetto da non sottovalutare dei giardini all’italiana è rappresentato dalle decorazioni floreali, che viene garantito da vari elementi quali le aiuole presenti nel suolo,le siepi di bosso e anche le piante toparie.

Il risultato sarà anche un altro e cioè la creazione di vari livelli visivi, uniti da una forma unica, e valorizzati anche da particolari e studiate decorazioni floreali e che verranno situati in determinati punti del giardino.

Altra caratteristica importante dei giardini all’italiana è lo studio e la progettazione sia della loro geometria che della loro simmetria:il rigore e l’ordine saranno garantiti dalla regolarità del disegno,all’interno del quale le aiuole e le statue mantengono delle posizioni precise e simmetriche tra di loro.

Invece per quanto riguarda gli alberi in genere quelli bassi servono per delimitare i labirinti e i tunnel, mentre quelli alti sono nella maggior parte dei casi disegnati con potature a spalliera.

Altri elementi dei giardini italiani

Un’altra caratteristica che a volte presentano i giardini italiani è la presenza di piante mediterranee:le principali sono le toparie,che vengono tagliate per far assumere loro delle forme geometriche suggestive e decorative quali cipresso, cedro.

Infine non possono mancare i tralicci, disegnati in genere con piante rampicanti, e i pergolati in fiore, che vanno a dare un tocco di raffinatezza al giardino e vengono usati come punti dove mangiare o rilassarsi, riparandosi dal sole.