Lifestyle

Come si vive e qual è il costo della vita in Bulgaria?

Costo della vita in Bulgaria

Da qualche anno, la Bulgaria è divenuta una meta allettante agli occhi dei pensionati italiani. Questo perché nell’ultimo periodo si parla tanto di quanto sia basso il costo della vita in Bulgaria, che difatti risulta essere tre volte inferiore a quello in Italia.

Quindi, il basso costo della vita, associato ai paesaggi mozzafiato e alla vicinanza con la madrepatria, spinge sempre più persone a considerare questa ipotesi. Tuttavia, ciò che non si prende mai in considerazione è invece la qualità della vita!

In Bulgaria, ci sono molte cose che costano di meno, ma alcune, anche se può sembrar strano, sono più care che in Italia. La moneta bulgara è la Leva, quotata due a uno con l’euro, cosa che comporta un sostanziale aumento della capacità di acquisto per gli stranieri.

Costo della vita in Bulgaria, cosa costa meno

– Gli affitti delle case e degli appartamenti.

– Le cure mediche, tra cui dentisti e i vari farmaci.

– Tutto quello che riguarda l’auto, a partire dal bollo, l’assicurazione, e le varie tasse sino alla benzina (che si aggira intorno ai 2,05 Leva per litro, cioè circa 1,00 euro)…

– Trasporti come taxi, pullman e treni.

– Servizi come notai, avvocati e commercialisti.

– Costi di gestione delle attività e tasse varie connesse.

– Tanti prodotti locali, come anche la frutta e la verdura.

– Le spese scolastiche, le palestre e altre attività…

– Il costo delle sigarette

– Costo dei divertimenti e svaghi, ad esempio per entrare nei locali più alla moda si arriva a spendere al massimo 10 Leva (5 euro), il costo di un cocktail si aggira sui 6 Leva (3 Euro).

– Costo terreni; il prezzo medio di 1.000 mq si attestava sui 594 Leva (quasi 300 euro). Nonostante un lieve calo, la regione nordorientale si riconferma la più cara: 827 bgn (420 euro) per ara. Il Sud-Est ha prezzi che partono dai 480 Leva (245 euro), il Nord-Ovest si attesta sui 598 Leva (300 euro circa) ed il Centro-Nord ha prezzi stimati intorno ai 708 Leva (355 euro). Sud-Ovest 301 Leva (150 euro), Centro-Sud in 357 Leva (180 euro). Il costo della vita in Bulgaria è ovviamente più contenuto nelle zone più distanti dalla capitale.

Invece, le cose che spesso sono più care, sono: i vestiti di marca, la pasta, i formaggi e i salumi, caffè, olio e molti altri prodotti di importazione. A volte anche mangiare fuori nei ristoranti, risulta essere caro.

Sicuramente le cose variano quando ci si sposta dai piccoli paesini alle grandi città come ad esempio Sofia o Varna. Difatti lì, i prezzi protendono ad avvicinarsi alla media europea, sia per quanto riguarda gli affitti che per il costo dei servizi.

Ovviamente, questo significa che per vivere nella capitale bulgara occorrerà uno stipendio più alto della media. Mentre nelle piccole città, è possibile vivere con molto meno, con affitti e servizi che hanno costi praticamente irrisori.

Ma a quanto ammontano gli stipendi medi?

La Bulgaria a proposito di lavoro, è assolutamente più povera rispetto all’Italia, infatti gli stipendi sono inferiori, così come anche le prospettive di carriera. In un’azienda bulgara, i salari offerti sono molto lontani da quelli italiani. Gli stipendi minimi si aggirano attorno ai 450 Leva mensili (230 euro), quindi è possibile capire come il costo della vita in questo Paese si presenti proporzionato a tale reddito. Uno dei migliori lavori a cui si può aspirare è l’operatore di call center, con un salario proposto pari a 700-800€ al mese, ovvero una somma un po’ superiore alla media, che permette di mantenere un buon tenore di vita.