Consigli

Traslochi da una città a un’altra: come affrontarli senza stress

Traslochi da una città a un’altra: come affrontarli senza stress

Il trasloco che prevede il cambio della città può essere particolarmente stressante sotto diversi punti di vista. Richiede infatti più tempo, più soldi, una maggior organizzazione per il trasporto mobili etc. Senza pensare poi il discorso affettivo. Probabilmente ti stai allontanando fisicamente dalla tua famiglia ma, se lo fai, è sicuro che ne vale la pena.

Magari il tuo trasloco dipende da scelte lavorative o affettive, così come da la semplice voglia di cambiare area o seguire nuove opportunità in generale. In ogni caso può rappresentare uno stress. Ecco perché in questo articolo voglio aiutarti a individuare alcuni punti chiave ai quali magari non avevi pensato bene, oppure che hai rimandato a un secondo momento ma che invece richiedono già il tuo impegno e la tua attenzione.

Alcune volte si tende a catalogare alcune cose primarie come “secondarie”, solo perché le diamo per scontate. Il risultato in alcuni casi è che semplicemente ci dimentichiamo di queste cose.

Come affrontare un trasloco in un’altra città

  1. Prima di tutto, se nella città dove ti trasferisci non hai mai vissuto, prendi in considerazione di farci un giro per capire un po’ se può piacerti ma soprattutto, per imparare a conoscere un po’ il quartiere dove andrete a vivere. Ci vogliono sempre dei punti di riferimento, come un bar per esempio che vi ispira, la farmacia, il parco giochi per i bambini, il macellaio, il fruttivendolo etc. Prendi insomma dei punti di riferimento per la tua nuova vita.
  2. Se ad aspettarti hai già un lavoro, è una buona idea fare già il tragitto almeno una volta, per non farti trovare impreparato. Studia eventualmente le strade più trafficate e quelle più lunghe ma più tranquille. Guarda bene anche dove sarà per esempio la scuola dei bambini se ne hai.
  3. Il cambio della casa è tra le cose più importanti, il mio consiglio infatti è di affidarti a un’agenzia immobiliare rinomata nel territorio che ti aiuti a trovare la casa giusta ma soprattutto, che si accerti che il contratto sia in regola. Ti consiglio poi di non inviare soldi finché non hai visto la casa!
  4. Fai in modo di avere le chiavi della nuova casa in contemporanea con quelle della vecchia per qualche giorno, così da poter trasportare agevolmente tutti i tuoi oggetti e mobili. Considerando poi la distanza, cerca di finire tutto un po’ in anticipo così se poi si dovessero presentare imprevisti non avrai problemi.
  5. Affidarsi a una ditta di traslochi è importante se il trasloco è tra due città, specialmente se molto distanti. Loro si occuperanno di caricare, trasportare e scaricare i tuoi mobili, gli oggetti personali e qualsiasi cosa ti vuoi portare dietro, anche quelle più delicate. Così ti risparmi una serie di viaggi infiniti in macchina. Senza contare poi che nella macchina molti mobili non entrano neanche!
  6. Prima di iniziare il trasloco, vedi cosa c’è da buttare e cosa da tenere. Non portarti dietro oggetti inutili e inoltre vendendo i vecchi mobili, chissà che non recuperi un po’ di soldi necessari appunto per coprire le spese della ditta di traslochi!