Business

Strumenti, ruolo ed errori del SEO Specialist Freelance

Strumenti, ruolo ed errori del SEO Specialist Freelance

Due degli ingredienti indispensabili che al giorno d’oggi ci consentono di avere successo con un’attività online oggi sono la presenza e la visibilità sui motori di ricerca.

Per ottenere la prima, è sufficiente creare il profilo della propria attività online aprendo uno spazio digitale (quindi un sito web) che faccia riferimento ad essa; tuttavia, questa azione non è sufficiente a farci riscuotere successo nel settore, ed è invece molto importante puntare sulla visibilità.

I meno esperti si chiederanno se vi sia una differenza così netta tra la presenza e la visibilità, ma questo è un concetto molto delicato che vale la pena di approfondire perché molto spesso è proprio la scarsa conoscenza di questo aspetto a creare insuccesso. Infatti, un conto è aprire un sito web, un altro conto è usare tutti gli strumenti a nostra disposizione per far sì che il sito web riscuota successo e che quindi sia ben posizionato tra i motori di ricerca. Il posizionamento in alto tra i motori di ricerca è utilissimo per far sì che il sito web attragga utenti, che in fondo non sono altro che potenziali clienti del nostro servizio o dei nostri prodotti: è proprio per questo che al giorno d’oggi si sta creando una sempre maggiore consapevolezza che spinge sempre più aziende ad investire in questo settore anche nel tentativo di reclutare delle figure specializzate nell’attività di posizionamento del sito web.

Quali sono, allora, i passi da compiere?

Se siamo in possesso di un’attività, la prima cosa da fare è capire l’importanza della sua presenza in rete: presenza intesa non solo in quanto tale ma, come abbiamo detto, anche dal punto di vista della visibilità che è davvero un punto sul quale puntare. Pertanto, una volta stabilito questo, l’azienda deve andare alla ricerca di un SEO Specialist Freelance di successo, come Jatta su jfactor, a cui affidare i propri obiettivi: è quindi fondamentale che egli abbia delle competenze reali e verificabili (anche attraverso un portafoglio lavori) in modo da ottimizzare e massimizzare i propri sforzi.

Chi è il SEO Freelance Specialist e cosa fa

Il SEO Freelance Specialist è nato per lo più come figura autonoma: esattamente come avviene per un’altra figura importante del settore che è quella del Copywriter, egli è un professionista ed esperto che fa uso di piattaforme, strumenti e tecniche che ha studiato e che sono state approntate per fornire le basi per una corretta ottimizzazione.

Ricordiamo, a questo proposito, strumenti indispensabili per l’analisi ed il monitoraggio del sito web e per la stesura di un piano editoriale ben strutturato e mirato ad alcune parole chiave inerenti con il tema stesso del sito, tra cui SeoZoom e Google Analystics o Google Search Console.

Inoltre, egli può essere incaricato da parte di aziende o di professionisti intenti a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca per mezzo dell’ottimizzazione di testi o di immagini, oppure lavorare per web agency in ambito SEO.

Abbiamo detto quanto sia importante lo studio delle parole chiave e quindi il loro corretto inserimento non solo all’interno dei testi ma anche nei titoli e nelle immagini. Le parole chiave servono a puntare sull’attenzione del motore di ricerca che sarà quindi orientato a far salire in alto il sito web grazie al loro corretto utilizzo: tuttavia, esse non sono l’unico elemento importante ed è anche indispensabile evitare di esagerare perché il rischio è quello di ottenere un effetto contrario.

Va quindi detto che la sua attenzione ad evitare errori deve essere elevata: per esempio, proprio in materia di parole chiave (fondamentali per il successo del sito) egli deve evitare il cosiddetto keyword stuffing, che è in parole povere l’esagerazione nell’uso di parole chiave che vengono inserite in maniera eccessiva all’interno del sito. Questo errore (abbastanza noto) viene chiamato keyword stuffing e fa riferimento ad un periodo passato in cui i motori di ricerca non erano tanto intenzionati alla sostanza (e quindi non puntavano tanto sulla qualità del contenuto e sulla coerenza delle keyword, ma invece al numero delle parole chiave usate). Oggi, usare un eccessivo numero di parole chiave penalizza il sito web in quanto Google tende a premiare i siti autorevoli e ricchi di informazioni davvero utili per il lettore.

Anche per questo motivo, è molto importante essere costantemente aggiornati così da evitare problemi e rischi di penalizzazione.