Business

Come pubblicizzare un sito: perché è necessario essere visibili sul web

Come pubblicizzare un sito perché è necessario essere visibili sul web

Il web ha rivoluzionato la possibilità di vendere i propri prodotti e servizi tramite un sito, ma se da un lato vi sono nuove opportunità dall’altro la concorrenza è elevata. Ciò ha portato alla necessità di dare maggiore visibilità alla propria pagina, utilizzando i giusti strumenti e le strategie di marketing digitale. Come pubblicizzare un sito? Di seguito andremo a evidenziare alcuni delle soluzioni più efficaci.

Spesso si pensa che realizzare una pagina web sia sufficiente per vedere il proprio business crescere e iniziare a vendere i prodotti e i servizi presenti. La realtà è ben diversa, dato che se non vi è un’adeguata pubblicità ci si troverà ben presto a non essere più visibili all’interno della SERP, ovvero i primi risultati su Google, con la conseguenza di rischiare di chiudere il proprio business. Un’evenienza che pone in evidenza l’importanza di conoscere come pubblicizzare un sito nel modo più adatto, scoprilo su gianpaoloantonante.it. Le soluzioni sono differente e prevedono una combinazione di conoscenza di come funzione un motore di ricerca come Google e dei principi di base di web marketing.

Quali sono gli strumenti più adatti per pubblicizzare un sito: l’ottimizzazione SEO

Nel realizzare un sito già dalla sua creazione sarà necessario predisporlo in chiave SEO. L’acronimo identifica la Search Engine Optimization, una serie di strategie e di attività che saranno impiegate all’interno e all’esterno della pagina web al fine di aumentare la visibilità. Ciò vuol dire che se si rispecchiano i requisiti previsti dalla SEO, un motore di ricerca come Google, attribuirà un punteggio che permetterà al sito di scalare le classifiche e di avere maggiore visibilità. Di seguito indichiamo quali sono i principali strumenti della SEO:

impostazione del sito: una pagina dovrà avere un dominio semplice, un host che permette un caricamento veloce senza far perdere tempo all’utente e una struttura senza errori di collegamento tra le singole pagine.
Grafica: dall’impaginazione ai colori, ogni elemento all’interno della pagina deve essere studiata al fine di invogliare il cliente a consultare il sito.
Materiali multimediali: video, foto, alternate con una valida configurazione HTML e contenuti di valore renderà la home page e le altre pagine più facili da consultare.
Keyword: il sito dovrà contenere parole chiavi che sono tra quelle più ricercate sul web, inserite in maniera spontanea nei testi, grazie alle quali sarà possibile acquisire punteggio nella SERP.

La pubblicità, il social marketing e il link building

Sarà importante dare una certa reputazione alla propria pagina e al contempo pubblicizzarla in rete. Anche in questo caso gli strumenti sono differenti. In primo luogo si potrà utilizzare il link building, ovvero aumentare la visibilità attraverso articoli o altro materiale pubblicandoli su un blog o su pagine specializzate.
Inoltre sarà possibile attivare delle vere e proprie campagne a pagamento, grazie alle quali mantenere per un determinato periodo di tempo il link tra i primi posti della SERP. Infine si potrà sfruttare le enormi potenzialità dei social network, creando eventi e post che possono attuare i clienti.

L’email marketing e l’importanza dei contenuti

Infine tra gli strumenti utili su come pubblicare un sito si possono annoverare il content marketing e l’email marketing. Ambedue prevedono l’utilizzo di contenuti di valore che possono interessare il cliente e spingerlo a una successiva azione, come comprare un prodotto o sottoscrivere un servizio. Un esempio può essere la presenza di ebook, articoli su uno specifico settore, consigli o guide, le quali permettono al cliente di acquisire una serie di competenze in modo gratuito.