20/05/2022
Cosa visitare a La Maddalena

Cosa visitare a La Maddalena

Se non hai ancora avuto modo di conoscere La Maddalena, situata a soli 15 chilometri di mare da Palau, non hai ancora visitato uno dei luoghi più selvaggi e suggestivi della Sardegna.
Sebbene si tratti di soli 20 kmq di superficie, la Maddalena è caratterizzata dal Parco Nazionale, è ricca di incantevoli spiagge e calette, ma anche di folklore e pittoreschi palazzi.

Le cose da vedere a La Maddalena sono tante ed è il posto adatto a te soprattutto se sei amante del verde, del mare azzurro e del trekking; inoltre, sappi che qui non mancano neppure i locali alla moda e graziose botteghe dove dedicarti allo shopping.
Non distante da La Maddalena c’è l’Isola di Caprera, dove è custodita la Casa di Garibaldi. Chi ha una barca potrà godersi La Maddalena in totale autonomia, su marinadicalamangiavolpe.it è possibile noleggiare un posto barca in un porto sicuro e centrale.

Ma cosa puoi vedere durante la tua vacanza in Sardegna a La Maddalena? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Il centro storico di La Maddalena

Probabilmente non ti aspetterai nulla di simile, eppure il centro storico di La Maddalena è un vero e proprio gioiello, ricco di emozionanti scorci sul mare, viuzze antiche, scalinate e negozietti dove potrai acquistare oggetti tradizionali sardi.
Piazza Garibaldi è il punto di ritrovo per poter bere un fresco aperitivo e fare conversazione prima di proseguire verso Piazza Umberto I: ti renderai immediatamente conto che i profumi emanati dalle piante del posto, come lentischi e ginepri, inebriano l’aria. Lungo Corso Garibaldi abbondano negozi e bancarelle dislocate fino al porto.

Tra gli edifici maggiori spiccano il Comando della Marina Militare e l’ex forte di Sant’Andrea, collocato su uno sperone in granito, nato come punto d’appoggio per le navi della Regia Marina Sarda e poi trasformato in istituto di pena.

Il Museo Nino Lamboglia

Il Museo Nino Lambroglia si trova su un’altura che consente di ammirare il tratto marino che separa la Maddalena da Caprera: è concentrato sull’archeologia marina ed è una raccolta di storia e tecnologia. Inaugurato nel 1982, oltre a tutto il resto, al suo interno vedrai i noti reperti della nave romana naufragata vicino all’Isola di Spargi nel 120 a.C.. La nave fu ampiamente analizzata e servì per scoprire i metodi di navigazione del tempo e infatti, oltre a chiodi e tegole che rivestivano lo scafo, sono state trovate delle ancore ancora stipate in base all’utilizzo e all’ordine tipico dei Romani.

Potrai visitare due grandi sale ricche di reperti ritrovati nei pressi de La Maddalena come, ad esempio, ceppi d’ancora, ceramiche e anfore, risalenti dall’Età Punica in poi.

La Chiesa di Santa Maria Maddalena

La Chiesa di Santa Maria Maddalena è la maggiore dell’isola ed è stata costruita a partire dal 1205, in stile romanico, per subire poi varie ristrutturazioni durante i secoli.
L’ammiraglio Horatio Nelson si recò più volte a la Maddalena per navigare le sue acque con le navi inglesi, in modo da supervisionare quelle francesi. All’interno della chiesa sono custoditi due candelieri e una croce d’argento che lo stesso ammiraglio inglese regalò alla città per omaggiarla e ringraziarla dell’ospitalità ricevuta.

Il Sobborgo di Moneta

Il Sobborgo di Moneta è noto per il caratteristico mercato che ogni settimana consente di acquistare bellissimi oggetti di artigianato locale sardo: troverai una serie di preziosi oggetti come tappeti fatti a mano, manufatti e souvenir in corallo.
Nei suggestivi corrugi maddalenini potrai vedere colorate bancarelle ricche di sorprese e durante la tappa al mercato apprezzerai il dialetto locale, una vera e propria lingua canterina che consente di rivivere le note tipiche del folclore locale.

Porto di Cala Gavetta

Porto di Cala Gavetta è la sede commerciale dell’isola dove potrai godere di incantevoli paesaggi da cartolina, respirare a pieni polmoni l’aria fresca e ammirare le barche dei pescatori a fianco ai panfili dei visitatori. Noterai gli antichi edifici settecenteschi, le graziose stradine e le piazzette, dove potrai fare brevi pause e degustare la cucina tipica del posto: assapora i culugiones, dei gustosi ravioli locali e le seadas, dei dolci a base di formaggio fritto e miele.