04/12/2022
Dove posizionare il Porta ombrelli design in casa o in ufficio

Dove posizionare il Porta ombrelli design in casa o in ufficio

Un classico errore o per meglio dire una dimenticanza che molto spesso viene commessa in fase di progettazione di un intervento di ristrutturazione e di scelta di arredamento degli spazi interni, è il non pensare alla posizione del porta ombrelli design. Si tratta di un complemento d’arredo che oltre a essere bello esteticamente, è anche molto utile perché consente di riporre l’ombrello, magari appena utilizzato in strada e bagnato, e di evitare di portarlo in giro per casa facendo cadere gocce d’acqua sulla pavimentazione. Inoltre, al suo interno è possibile inserire tutti gli ombrelli dei vari componenti della famiglia, il che non è una cosa da poco soprattutto se si è tanti in casa. Vediamo nel dettaglio dove posizionare il porta ombrelli per ottenere il miglior riscontro in termini estetici e di funzionalità.

Sfruttare gli spazi minimi

Essendo un oggetto di dimensioni contenute, il porta ombrelli design può essere inserito in uno spazio particolarmente angusto che non potrebbe essere utilizzato diversamente. Un classico esempio è la parte di parete occupata dal portone blindato nella fase di apertura. Infatti, in quella zona, è impossibile pensare a un mobile con specchio oppure a una cappottiera per lasciare i soprabiti, per cui meglio sfruttare lo spazio a disposizione per inserire questo elemento che, peraltro, è caratterizzato da un design esclusivo come ad esempio il porta ombrelli design moderno ginkgo venduto da Ceart. È realizzato in metallo con foglie di ginkgo, un albero che in Giappone è addirittura considerato sacro in quanto uno dei più longevi e il più antico del pianeta. Le foglie sono state ritagliate con uno strumento al laser ad alta precisione per creare un meraviglioso effetto di trasparenze e di vuoti. Il design è moderno con il metallo dipinto in oro ma disponibile anche in altre varianti come bianco, grigio, bronzo, giallo, nero, marrone, rosso, arancione e tanti altri. Le sue dimensioni sono di 60 cm in altezza e un diametro di soli 20 cm (si sviluppa in forma cilindrica) il che lo rende poco ingombrante. Tuttavia è in grado di accogliere al suo interno un numero rilevante di ombrelli. In aggiunta, per le sue caratteristiche, è adatto sia per gli ambienti residenziali sia per uffici e studi professionali di architetti, ingegneri e commercialisti.

Meglio pensare all’ingresso come principale soluzione


Quando un porta ombrelli design dal grande impatto estetico come il modello Natura deve essere posizionato in casa oppure in ufficio, la prima idea che viene in mente è l’ingresso. Non si tratta di un preconcetto ma di una scelta logica e funzionale. Il motivo è legato da un lato a un discorso di comodità perché in questo modo, non appena si arriva in casa, si ripone l’ombrello e si evita un gocciolamento molto fastidioso e il relativo intervento di pulizia (la cosa si complica ulteriormente se c’è il parquet). Dall’altro lato c’è una ragione di dimensioni perché solitamente, negli ingressi, ci sono spazi morti difficili da sfruttare. Il modello Natura è peraltro un oggetto con un design d’impatto, lavorato opportunamente per ricreare un effetto di rami secchi che si intrecciano tra di loro offrendo un ulteriore tocco di eleganza e sobrietà all’ambiente. Grazie alle sue linee stilizzate si abbina alla perfezione sia nelle abitazioni arredate in stile moderno e sia nelle case che invece presentano il sempre più apprezzato stile Industrial. Le sue dimensioni sono 30 x 20 x 56 cm e, come altri prodotti, può essere richiesto in tante tonalità

Come scegliere il porta ombrelli ideale

Come accade in ogni settore, anche in questo non è possibile indicare il miglior porta ombrelli in assoluto ma semplicemente quello più adatto alle proprie esigenze. Infatti, essendo diventato un elemento di design, il porta ombrelli deve essere scelto in funzione dello stile presente nella propria abitazione oppure in un ufficio e soprattutto rispetto allo spazio di cui si dispone. La miglior opzione è quella che permette di ottenere un compromesso ottimale tra i due aspetti. In secondo luogo, se ci sono più soluzioni che potrebbero fare al proprio caso, si potrebbe effettuare una scrematura tenendo in considerazione le forme, la tipologia di trama creata, lo stile e il materiale utilizzato. In commercio c’è una differenziazione tra modelli salvaspazio, evidentemente progettati e realizzati con la precisa idea di ingombrare quanto meno possibile, e modelli invece che mettono in maggior risalto il design e magari richiedendo qualche centimetro in più. Ad esempio, il portaombrelli design Farfalle proposto sempre sul sito di Ceart, è realizzato in acciaio inox e progettato in forma cilindrica con altezza di 58 cm mentre il raggio del cerchio che funge da base è di 25 cm. Insomma, si tratta di un prodotto importante per quanto riguarda lo spazio che occupa senza però creare eccessivo ingombro. In aggiunta dispone di uno stile intrigante con forme ondulate e farfalle di varia grandezza che sembrano librarsi nell’aria. Permette un giusto compromesso tra funzionalità e minimo ingombro perché possono essere inseriti diversi ombrelli e soprattutto risulta poco invadente. Sul mercato ci sono anche i cosiddetti porta ombrelli slim che tuttavia riescono soltanto a soddisfare le esigenze di minimo ingombro perché al loro interno possono essere messi al massimo un paio di ombrelli. Questo aspetto li rende praticamente inutilizzabili in un ambiente familiare o comunque in un ufficio dove ci sono più dipendenti che devono collaborare tra di loro. Infatti, il problema emerge quando ci sono le classiche giornate piovose autunnali e invernali per cui bisogna riporre gli ombrelli senza danneggiare i rivestimenti.

I porta ombrelli di design


I porta ombrelli che abbiamo presentato nei precedenti paragrafi sono tutti di design in ragione delle loro forme ricercate ed esclusive. Tuttavia, non difettano neppure in quanto a capacità, anzi. Non a caso al loro interno possono essere inseriti 6, 7 oppure 8 ombrelli. Sul sito di Ceart c’è un ampio assortimento di porta ombrelli design per cui la scelta potrebbe risultare ardua. In questioni situazioni di grande incertezza è necessario ragionare per gradi. Innanzitutto bisogna fare un’ulteriore scrematura prendendo in considerazione lo stile che si è utilizzato per arredare la propria casa. È del tutto evidente che se l’abitazione presenta tanti mobili in stile classico, sarà difficile inserire un porta ombrelli dal design industrial oppure urban. Dopo questa valutazione oggettiva si passa a quelle soggettive. Il filo conduttore è assecondare il proprio gusto personale. Se ci sono dubbi tra diversi modelli allora ci si può regolare tenendo in considerazione le tonalità di casa oppure dell’ufficio. L’importante è scegliere un prodotto con colori particolari perché, qualora si dovesse decidere di cambiare in futuro l’aspetto delle pareti di casa, potrebbe essere un problema reinserire allo stesso posto il porta ombrelli per una evidente incongruità cromatica.

Ceart: porta ombrelli Made in Italy ed Ecosostenibili

Tutti i prodotti Ceart ed in particolare la linea di porta ombrelli design sono rigorosamente Made in Italy perché progettati e creati nel laboratorio di Cornuda (TV). La scelta di produrre in italia sta pagando anche in termini di vendite online considerando l’interesse crescente del mercato per la produzione made in italy già ben prima della pandemia attuale (come sottolineato in un articolo apparso su Il Sole 24 ore) e che si è ulteriormente rafforzato durante i lunghe periodi di lockdown, ma non è l’unico fattore che sta contribuendo alla crescita esponenziale di questa  piccola realtà. Anche l’eco sostenibilità dei prodotti è un fattore determinante nelle scelte dei consumatori: i Ceart sono  riciclabili al 100% perché realizzati in acciaio dolce, il materiale con il quale sono costruiti è riutilizzabile praticamente all’infinito ed oltre a questo, prodotti come i porta ombrelli che sono monomaterici perché realizzati unicamente in acciaio e sono pertanto anche facilmente e velocemente smaltibili e riciclabili.