Lifestyle

L’importanza dei camici per le estetiste

L'importanza dei camici per le estetiste

I camici per le estetiste donna non possono essere sottovalutati, perché l’immagine che una professionista dà ai suoi clienti è un importante biglietto da visita. Per questo motivo le divise professionali non possono essere sottovalutate: si tratta di un indumento da indossare ogni giorno e che è presentato ai clienti come qualcosa che rappresenta le professioniste.

Divise professionali: la storia

Le divise professionali erano note già nel medioevo per diversi mestieri e allora come oggi, si tratta di un indumento che protegge da possibili danni sia il lavoratore e sia il cliente.

Dal XVII secolo, con l’avvento della rivoluzione industriale, le scarpe protettive e i grembiuli sono stati usati anche in ambienti meno igienici proprio per salvaguardare la salute del lavoratore. Si trattava di proteggere le persone anche grazie a una normativa ad hoc che introduceva i primi camici robusti anche per prevenire degli infortuni. È con l’introduzione del Jeans, il secolo successivo, che questo pantalone da lavoro donava, oltre che protezione e resistenza, anche comodità.

Durante i secoli, arrivando poi al XX, le divise professionali sono diventate una differenziazione tra superiori e dipendenti, rappresentando anche l’immagine del proprio luogo di lavoro.

Camici per estetiste donne: i materiali migliori

Durante la scelta delle divise professionali è molto importante anche la valutazione dei materiali, perché questo tipo di lavoratrici hanno a che fare con prodotti anche pericolosi come sostanze che corrodono, solventi, che possono essere dannose o sporcare. La qualità del materiale delle divise professionali è molto importante perché è sottoposto a maltrattamenti durante il lavoro e a frequenti pulizia e lavaggi.

I materiali migliori sono senza dubbio il cotone, perché, sebbene tenda a sporcarsi, resta quello preferito in quanto è lavato facilmente e a temperature anche molto alte, restando sempre utilizzabili a lungo. Il cotone è anche scelto perchè è un tessuto comodo, morbido e soprattutto traspirante, dettaglio molto importante per chi, come le estetiste, deve avere a che fare con sforzi fisici anche importanti, con strumenti e fonti di calore. Un tessuto non traspirante potrebbe causare forte sudorazione e durante tutto l’arco della giornata, far sentire a disagio la lavoratrice che sarà costantemente a contatto con dei clienti.

Il secondo materiale preferito per la scelta dell’acquisto dei camici da estetiste donne, anche perché si trova a prezzi davvero economici e permette di avere molteplici divise professionali è il poliestere 100%, in quanto è acquistabile in tanti colori, si sporca pochissimo e può essere lavato anche frequentemente.

Per quanto il lavoro da estetista possa essere fatto sia dall’uomo che dalla donna, spesso i due professionisti si vestono diversamente. Solitamente nella scelta influisce la personalità, ma anche l’ambiente lavorativo nel quale ci si trova. L’uomo preferisce il colore bianco o azzurro nei camici da estetista in vendita online, perché trasmette fiducia e sicurezza. La donna varia dal bianco, al nero, passando attraverso colori anche sgargianti.

Il colore delle divise professionali non deve essere sottovalutato, perché il cliente reagisce anche in base a esso, avvertendo sensazioni positive oppure negative. Arancione e rosso sono colori noti perché trasmettono felicità e benessere, mentre l’azzurro è scelto perché infonde un estremo senso di tranquillità.